Zitti Tutti Conegliano – Heraclia Eraclea 92-78

ZITTI TUTTI CONEGLIANO: Cremonesi 11, Furlan 10, Tiveron 5, Gallina 2, Lot 5, Berton 15, Giordano 11, Zanardo 10, Piol 7, Bet 16.
All. Volpato.

HERACLIA ERACLEA: Delle Monache 11, Vuanello 8, Cerchier ne, Vio 17, Zorzetto ne, Dalla Venezia 7, Moro 22, Cigarini 13, Fingolo 0, Svalduz 0.
All. Murer.

ARBITRI: Placanica di Bologna e Marton di Conegliano.

NOTE: parziali 19-17, 40-37, 70-53. Tiri liberi 17/19 per Conegliano, 14/20 per Eraclea.

la cronaca veneziana

Battuta d’arresto per l’Heraclia Eraclea che torna dalla trasferta di Conegliano con una sconfitta che complica il cammino verso i playoff. Le contemporanee vittorie del Bor Trieste e della Virtus Udine, infatti, accorciano molto la classifica e rendono molto più incerta la volata finale per un posto al sole. Contro Conegliano i biancoverdi hanno dovuto rinunciare a Franzo e Zatta, e specie l’assenza di quest’ultimo si è fatta sentire. Nei primi due parziali, comunque, la squadra di Murer è riuscita a tenere il ritmo dei padroni di casa, tanto che all’intervallo lungo la gara era ancora del tutto aperta. Al rientro dagli spogliatoi, però, Conegliano ha alzato l’intensità di gioco, mettendo in crisi Eraclea. La difesa ospite non si è espressa sui soliti livelli, e così il quintetto di Volpato ha preso il largo; nell’ultimo quarto Eraclea è riuscita a rosicchiare qualcosa ma non è mai rientrata del tutto in partita.
t.v.

e quella trevigiana

Torna alla vittoria Conegliano. Sconfigge per 90 a 78 una fastidiosa Eraclea che rimane comunque in partita. All’andata Conegliano aveva disputato una delle sue più brutte partite stagionali, logica quindi la voglia e la determinazione di ritornare alla vittoria, per cancellare anche l’opaca prestazione fornita contro Caorle. Il via, a ritmo forsennato. Parte velocissimo Conegliano, difesa altissima e ripartenze accelerate per stroncare subito le velleità di Eraclea. In evidenza Bet, a tratti maltrattato dalla difesa ospite e poco protetto dalla coppia arbitrale. Bene in attacco “Nano” Zanardo in grado di regalare ai suoi tifosi uno stoppone strappa applausi a 3′ dal fischio d’inizio. Cigarini trascina i suoi e con Vio e Moro, Eraclea rimane in linea di galleggiamento, chiudendo sotto di due lunghezze(19-17). Stesso cliché anche nel secondo parziale. Si fanno vedere Furlan e Cremonesi, mentre un pochino sotto tono appare Lot. Conegliano vuole rimanere avanti e tenta il break, ma Delle Monache non è dello stesso avviso e fa di tutto per limitare i danni( 40-37). Il terzo “quarto” è paradossalmente quello più brutto della partita, però è quello dove lo Zitti Tutti effettua il suo pesantissimo break e tocca un massimo vantaggio di 17 punti. A questo punto a Giordano e compagni non resta che amministrare la gara, ma Eraclea si dimostra squadra ostica, rognosa, mai doma e piano, piano risale la china, rosicchiando qualcosina, ma i coneglianesi non ci stanno (70-53). Sono troppi i punti da recuperare anche per Eraclea, che però non molla e sorprende i padroni di casa che si fanno avvicinare a -9. E’ un ultimo parziale fatto di accelerazioni, pause, falli e tiri sbagliati da ambo le parti. Conegliano però c’è, capitan Berton prende tutti per mano e riporta i suoi a +12. Il finale si consuma tutto dalla lunetta, Eraclea commette fallo sistematico sul portatore di palla , ma la percentuale dei tiri liberi stavolta sorride a Conegliano e la vittoria è netta e salutare.

Mirco Villanova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *