UNDER 19: all’ultimo respiro

La squadra di coach Favaro ha iniziato la stagione col piede giusto con due vittorie nette nelle prime due gare

e una vittoria all’ultimo respiro alla terza giornata, espugnando il Pala Ancillotto dei Bears Mestre.

Con i Bears dopo una partenza sprint che ci porta avanti, subiamo il recupero dei padroni di casa che riescono a raggiungere anche il massimo vantaggio a quota +17. Eraclea sembra alle corde,  coach Gigio sistema la difesa e la squadra, spinta dall’orgoglio, non molla e costruisce canestro dopo canestro la sua rimonta, grazie a una buona difesa di squadra ai preziosi rimbalzi dei lunghi, Boso  su tutti con 7, ma anche di “Manzo”, con un insolito per un play-guardia,  7 alla voce rimbalzi e alle 6 palle soffiate di Stefano.
Le percentuali al tiro dalla lunga distanza non sono buone, da sotto i lunghi faticano, Boso fa un 4/10, meglio “Francia” con un buon 4/7, ma sono i nostri esterni con le loro percussioni in velocità a mettere in difficoltà la difesa mestrina e parlo dei soliti “Manzo” e Burato con un 3/5 da sotto e del neo acquisto Lucchetta che mette un secco 3/3 da sotto e 5/5 ai liberi guadagnando  la miglior valutazione (+20).

 A 24 secondi dalla sirena arriva il sorpasso di Eraclea (63-64). I Bears però sono determinati e riescono a 10 secondi dal termine a segnare il canestro del 65-64. I tifosi di Eraclea intravedono una sconfitta che, dopo la rimonta effettuata, sarebbe un peccato.  Non è finita però, il Gigio prontamente chiama time-out disegna uno schema e chissà cosa altro ha detto in quei secondi (resterà un mistero… 

La squadra entra in campo, tensione e voglia di vincere si mescolano in un cocktail che potrebbe essere amarissimo o speciale.

 La squadra  esegue una buona circolazione che porta, a un secondo dal termine, l’eroe di serata, Davide “Manzo” Manzini a caricarsi sulle spalle una responsabilità enorme che pochi vorrebbero trovarsi ad avere serve coraggio, per non dire qualcos’altro …  in terzo tempo in piena trans-agonistica “Manzo” penetra e segna, a fil di sirena, il definitivo 65-66 che gela i tifosi di casa e fa esplodere la gioia tra i nostri con il nostro coach, mi dicono, che esulta e quasi non crede ai suoi occhi.

Complimenti a tutti i ragazzi e al coach per non aver mollato mai sino all’ultimo ed aver tenuto la lucidità!! Ci auguriamo che questa sia la prima di una serie di vittorie che porti a grandi traguardi!!!!

Prossimi appuntamenti il 1/11 ore 18.00 in casa con Mirano e poi l’8/11 a San Donà ore 19.45 per il derby. Tutti presenti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *