Under 18 femminile

Oggi parliamo di Under 18 Femminile, la realtà in rosa del Basket Eraclea. La formazione partecipa al campionato Nazionale gir. A assieme alle cugine Giants Marghera e Venezia, al Basket Rosa Conselve PD ed alle trevigiane Ponzano Veneto, Godega, Cornuda e Basket Treviso che fra l’altro detiene lo scudettino di categoria. Abbiamo intervistato il coach, il Signor Burato Angelo.

Coach Burato, ci presenti un po’ il suo gruppo di atlete. “Le ragazze che alleno rappresentano nella quasi totalità tutto ciò che ha espresso la realtà di Eraclea a livello di basket al femminile, con qualche integrazione da paesi limitrofi (Ceggia e San Donà di Piave). La poca diffusione della pallacanestro femminile, fa si che il gruppo di atlete sia compreso fra le annate 1989 e 1992 e se contiamo che il campionato ammette anche l’annata ‘88 si capisce come la squadra sia ampiamente al di sotto del limite di età ammesso” Attualmente come sta andando il campionato? E che obiettivi si è posto con le ragazze? “Il campionato, sotto il profilo dei risultati non è stato finora foriero di grandi soddisfazioni (2 vittorie e 7 sconfitte). Ciò è principalmente dovuto al fatto che non esistendo per l’Under 18 un Campionato regionale, stiamo disputando un campionato Nazionale che (almeno in questo momento) non ci vede sufficientemente attrezzati all’impatto con squadre che andranno a disputarsi “lo scudetto nazionale” di categoria. Ciò non toglie che tutte le ragazze si impegnino al 101 % e ad ogni partita fino all’ultimo secondo e anche se spesso i distacchi sono stati pesanti, non hanno mai mollato e questo va a loro merito”. “Gli obbiettivi principali dell’anno in corso sono di migliorare la velocità di base, nei fondamentali e nella visione di gioco generale. Il desiderio mio e delle ragazze sarebbe di avvicinarsi sempre più al livello delle squadre più forti di noi. Un altro obbiettivo a lungo termine (forse un sogno?) è quello di fungere da trampolino di lancio del Basket in Rosa per tutta la realtà del litorale. Se ben si guarda tutto il Basso Piave, ad esclusione della pallavolo, non ha altri sport di squadra a livello agonistico. Non posso e voglio credere che non vi siano altre ragazze che non abbiano voglia di lottare sotto un tabellone per un rimbalzo”. Lei è al primo anno con il basket in rosa. Quali sono le differenze principali fra una selezione maschile e femminile? “Dopo diversi anni in panchina con i maschietti, al mio primo anno con il basket femminile devo dire che sono positivamente sorpreso. Indubbiamente l’atleticità ed il dinamismo del basket al maschile è completamente diverso ma le ragazze mettono in campo una determinazione ed una passione incredibili”. “Ai miei allenamenti registro pochissime defezioni, le ragazze lavorano in palestra con una dedizione ed una applicazione che nei ragazzi di pari età è difficile riscontrare. Personalmente cerco di lavorare molto sull’apprendimento maniacale dei “fondamentali” sia offensivi che difensivi per ovviare così alla mancanza di atleticità. Per il resto non esistono grandi differenze tra maschi e femmine, perché anche nel tiro da fuori (magari senza una gran sospensione), ci sono ragazze che segnano con grandissime percentuali”. Il basket femminile non è ancora bene radicato soprattutto a livello giovanile. Un monito per convincere altre ragazze ad intraprendere il gioco della palla a spicchi? “La pallacanestro è uno sport che se uno prova a giocarla se ne innamora perdutamente visto che amalgama atleticità, corsa, resistenza, acume tattico, visione di gioco. Spesso al femminile non trova una grande vetrina perché considerato uno sport di terzo livello. Forse ciò poteva essere vero fino a circa 10-20 anni fa, adesso non è più così visto che ad ogni livello si vedono delle belle partite, bei fondamentali e soprattutto anche tanta passione e divertimento. Ma la cosa che credo più di ogni altra può convincere una ragazza è parlare con qualche ragazza che già fa “ciuff” in un canestro, o vederla allenarsi. Per cui dico a te ragazza che stai leggendo Zona Basket durante una partita della nostra squadra maggiore: “guarda verso il fondo ed in alto del nostro palazzetto vedrai un gruppo di ragazze che non perdono una battuta di gioco di Zatta & C., guarda il loro entusiasmo e la loro voglia di fare basket divertendosi e poi vieni con noi in palestra… Io, le tue amiche in tribuna e tutta l’A.S. Pallacanestro Eraclea ti aspettiamo…”

Remo Primatel


Nella foto dell’Under 18 femminile
In piedi da sx: Dirigenti: Pasqual Enzo e Verago Ennio. Atlete: Boso Erica, Lucchetta Guenda, Zottino Agnese, Pasqual Francesca, Boso Angela, Doretto Laura. All: Burato. Seduti da sx: Cattelan Jenny, Rinaldi Martina, Verago Carlotta, Campardo Alessia, Mascherin Giada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *