Under 13 si qualifica per la seconda fase

È tempo di bilanci per l’under 13 dei coach Trevisiol – Fiorindo, la squadra completa la prima fase al 4° posto, aggiudicandosi il pass per la seconda fase, che inizierà sabato 10 Marzo.

I ragazzi dall’inizio dell’anno sono cresciuti molto dove alcuni sono emersi con grandi miglioramenti e altri hanno confermato il loro già buon rendimento. Dove questa squadra è cresciuta di più però è a livello di gruppo che a quest’età è ciò che più conta. Questi ragazzi hanno dimostrato determinazione e voglia di imparare sin dal primo allenamento, certo con gli errori e le ingenuità di chi è ancora un ragazzino.  A volte a dodici anni si predilige il gioco individuale, ad ascoltare il coach si preferisce fare di testa propria, essendo spesso frenetici . Questo è un aspetto sul quale bisogna ancora lavorare, come sull’aspetto della concentrazione che spesso svanisce, ma credo sia una cosa normale.
La squadra però dalla prima giornata è apparsa più unita,  in molte partite si è giocato davvero di squadra, dove ognuno, da chi ha giocato poco a chi invece ha avuto un buon minutaggio, ha dato il proprio apporto ponendo un piccolo mattoncino sulla vittoria. L’importante infatti non è il punto segnato, ma merito va dato anche a chi riesce a far segnare, a chi contribuisce con un rimbalzo o un recupero difensivo e questo i ragazzi l’hanno capito, soprattutto nel girone di ritorno. Altre volte invece la squadra si è disunita,lo spirito di gruppo e di sacrificio sembrava lasciato in spogliatoio e su questo i ragazzi devono crescere; nei momenti di difficoltà deve emergere il gruppo perché solo così la squadra dà il 100%, solo così si vince ci si diverte.
La squadra chiude la prima fase al 4°. I ragazzi hanno perso solo con la capolista San Donà che ha delle buone individualità e merita di aver chiuso imbattuta, mostrando però nella partita di ritorno di poter fare una bella figura. Altre due sconfitte sono arrivate con lo Jesolo, con cui all’andata la vittoria era a un passo mentre al ritorno abbiamo ceduto ad una squadra molto migliorata che ci ha incontrato in una delle giornate no, come in quel di Favaro dove la “squadra” è scesa in campo mostrando poca determinazione. Ancora si ricordi la sconfitta con l’Annia, riscattata nella partita di ritorno che è stata senza dubbio quella dove tutti hanno dato il massimo con determinazione, le stessa che si è vista nell’ultima trasferta a Caorle dove la squadra ha giocato come sa fare contro una squadra ostica. Le altre gare sono state vittoriose anche se il gioco non è stato il massimo perché troppi volevano esagerare, sottovalutando l’avversario.
Detto questo ci apprestiamo sabato 10 ad affrontare in casa la Reyer Venezia, servirà forza e determinazione da parte di tutti; i lunghi Checco e Marco dovranno dominare lì sotto sia in attacco, ma soprattutto in difesa, in regia Jack deve dare ordine alla squadra, il Nik deve metterci grinta perché è un ottimo tiratore, Ale con i suoi uno contro uno e la sua rapidità può essere fondamentale, così come la Sofi con la sua grinta difensiva e la sua bravura in attacco. Ci affidiamo poi al gladiatore Rui, forza nei rimbalzi, mentre in attacco il trio ce l’ha deve solo non esser frenetico.  Non scordiamo la tecnica e l’ottimo tiro di Pippo che deve solo essere un po’ più calmo, perché quando lo è fa la differenza. Ancora la rapidità della Alessia, la grinta della Noemi che migliorata anche in zona d’attacco e il Kobe, pochi minuti di sostanza.
Infine a fare il tifo ci sarà Thomas, che si era ritagliato un buon minutaggio frutto di buone prestazioni in difesa, ma la cui frattura al braccio contro Caorle lo rilegherà ai box!!!   

Appuntamento sabato 10 ore 16.00 al Palazzetto dello Sport di Eraclea contro  la Reyer Venezia

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *