Sorprese

Nelle prime due gare del torneo, contro il Roncade prima e successivamente contro il Limena, abbiamo realizzato da 3 una percentuale superiore al 50% (rispettivamente 10/20 e 8/15): contro il Virtus Pd, nella gara persa ieri sera per 73 a 61, questa percentuale è precipitata al 25% con un pessimo 4 su 16. Se a questo dato assolutamente negativo aggiungiamo pure una incapacità a portare a casa i rimbalzi sotto i ns. tabelloni (abbiamo contato almeno 13 rimbalzi catturati dai ns. avversari ed in particolare ben 9 dal centro padovano Zonta) abbiamo la spiegazione, almeno nei numeri, della sconfitta subita.
Quello che in realtà tuttavia ha sorpreso i tifosi di Eraclea al seguito della squadra è stato il fatto che quello che sino alla settimana scorsa era considerato la componente della squadra sicuramente più pericolosa ed affidabile, vale a dire il reparto degli esterni, ha inopinatamente toppato in tutti i suoi componenti. L’unico degno di assoluzione in questo metaforico processo è Federico Toffoletto, autore di 11 punti con 5/7 da 2 e 5 rimbalzi in totale (16 di Val.) abile a sfruttare i varchi nella difesa padovana con incisive penetrazioni. Male invece al tiro il trio Casonato, Dalla Venezia e Vettori, con le polveri bagnate ed impossibilitati a tirare in maniera pulita e tranquilla soprattutto per la grandissima difesa praticata dalla Virtus Padova. Discorso a parte invece per Andrea Fingolo, rimasto troppo a lungo in panchina perchè penalizato dai falli commessi e con un rendimento sin da subito negativo. In questo panorama così desolante, oltre che da Barzan capace di contrastare, almeno in parte, lo strapotere fisico dei centri patavini (6 pts. e 6 rimbalzi alla fine della gara), sono arrivate notizie confortanti dai i ns. babies Boso, Basso e Alberto Rizza, tutti a referto nelle relizzazioni e con minutaggio superiore ai 10 minuti. Sabato prossimo al Palalargon, contro il Super Solar San Daniele primo in classifica a punteggio pieno dopo tre gare, diventa indispensabile una prova di alto livello con lo scopo di dimenticare e far dimenticare la serataccia di Padova e soprattutto per poter dire che è stata pura coincidenza la debacle generale e contemporanea di quattro dei miglior i giocatori di tutto il torneo di C1 2007/08.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *