Radenska Bor TS – Heraclia Eraclea 84-77

RADENSKA BOR TRIESTE: Krizman 21, Babich 15, Samec 10, Celega 11, Tomasini 3, Gionecchetti 7, Bole 0, Crevatin 2, Zeriali 0.
All. Mengucci.

HERACLIA ERACLEA: Zatta, Vuanello, Vio, Dalle Monache, Dalla Venezia, Cigarini, Fingolo, Svalduz, Franzo.
All. Murer.

ARBITRI: Lovisutti e Brumat di Gorizia.

NOTE: parziali 21-20, 45-34, 63-56.

Si complica un po’ il campionato dell’Heraclia Eraclea che cade contro il Bor e si giocherà quindi l’accesso alle fasi finali nell’ultima giornata della stagione regolare: fra una settimana la squadra di Murer riceverà la visita dello Jadran, con l’obbligo di vincere ad ogni costo. In caso di successo Eraclea sarebbe certa del settimo posto. Per quanto riguarda la partita contro il Bor, c’è da dire che i veneziani non sono stati per niente aiutati dalla buona sorte; coach Murer ha dovuto fare a meno di Moro, influenzato, e Fingolo, alle prese con dei guai alla caviglia. A questo si aggiunge un arbitraggio piuttosto casalingo, che ha condizionato il match con alcuni fischi nei momenti topici della gara. Fino quasi alla fine del secondo parziale Bor ed Eraclea avevano dato vita ad una gara molto equilibrata e combattuta, data anche l’importanza della posta in palio. A 3′ dall’intervallo, però, venivano fischiati dei tecnici alla squadra veneziana che permettevano così al Bor di centrare un break che Eraclea non riusciva più a recuperare.

t.v.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *