Quarto e ultimo stop

Quarto e ultimo stop, dovuto alla formula del campionato a 14 squadre, per l’Heraclia Eraclea che approfitta di questa sosta e della pausa per le festività pasquali per tirare il fiato in vista degli imminenti playoff. Un traguardo raggiunto con 5 giornate d’anticipo e che l’ambiente biancoverde aspetta con fiducia; a galvanizzare i sostenitori del quintetto di Murer sono soprattutto le recenti prestazioni dell’Heraclia, apparsa nelle ultime settimane in costante crescita. Il culmine di questa ascesa si è avuto lo scorso turno, con l’ottimo successo ottenuto contro il Bassano; tra i protagonisti di questa sfida, con 22 punti e 21 di valutazione, Andrea Vuanello, colui il quale, assieme a Vio, può essere a ragione considerato come il veterano di questa squadra dopo 3 anni trascorsi sul litorale.

«Per me- esordisce la trentacinquenne guardia- quella ad Eraclea è stata una bellissima esperienza; il contratto scadrà a giugno ma da parte mia c’è l’intenzione di continuare il mio rapporto con la società. In ogni caso prima ci sono i playoff da giocare». Playoff ai quali Vuanello e compagni arrivano da terza forza del campionato. «Nel girone d’andata avevamo il problema di non riuscire a vincere con le compagini delle zone nobili; ora invece anche con le ‘grandi’ abbiamo conquistato punti che, oltre a far classifica, danno morale in vista del rush finale». Prima della post season l’Heraclia è atteso dagli ultimi 2 turni di campionato, l’ultimo dei quali con i cugini del Caorle. «Per noi quella partita non avrà molti significati di graduatoria, ma si sa che un derby è sempre una sfida sentita in maniera particolare. Inoltre – conclude Vuanello – c’è la possibilità di incontrarli anche alla fase successiva, per cui dovremo già entrare in ottica playoff».

Tommaso Vianello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *