La parola al Vice – Presidente Lorenzo Pavan

Dopo quattro giornate di campionato abbiamo sentito un po’ le prime considerazioni della Società per questo primo scorcio del torneo di C1. Abbiamo intervistato il Vice – Presidente Lorenzo Pavan il quale è anche l’ideatore assieme al D.S. Peris di Zona Basket. Finora 2 vinte e 2 perse. Cosa è mancato al gioco dell’Heraclia? << Ogni partita abbia una storia a sé. La prima con il Bassano, dopo l’euforia della brillante prova di precampionato nel “Memorial Ongaretto” vinto con merito, ci ha fatto tornare con i piedi per terra e ci ha fato capire che il campionato che si andava ad affrontare richiedeva un approccio ed una intensità diversa da quella dimostrata in questa occasione. Poi con Don Bosco, Marghera e Cordenons, nonostante sia convinto del buono tasso tecnico della nostra squadra, hanno evidenziato la difficoltà in attacco di far “girare palla” e di ruoli che vanno a scemare quelle che sono le caratteristiche tecniche di alcuni giocatori.>> …

Ora altro trittico di gare difficili. <<Il calendario ci ha proposto subito scontri sconvenienti dal punto di vista tecnico in quanto non ci da’ fiato per sistemare e sviluppare i nostri giochi. Credo che con la determinazione giusta e un po’ di spirito di sacrificio di tutti sia possibile, allo stato attuale, portare a casa quanto più possibile per metterci in una situazione di relativa tranquillità.>> Dal di fuori tutti pensano che manchi un play alla Cigarini. Vi state guardando intorno? <<Credo che risulti lampante anche a chi mastichi poco di basket la fondamentale mancanza di un play. Dopo tutti gli sforzi e contatti estivi purtroppo non siamo riusciti a coprire questo ruolo rimanendo una “grande incompiuta”. Continuiamo comunque a guardarci intorno cosa offre (poco per verità) il mercato per questo ruolo sperando di adottare un inserimento durante la stagione. Nel frattempo confidiamo nell’alto tasso tecnico dei nostri giocatori chiedendogli un maggiore sforzo e spirito di sacrificio.>> Bassano e Cordenons le avete incontrate. Saranno loro a giocarsi la B2 o prevedi sorprese? <<Direi che è ancora presto per fare delle previsioni, certo è che sia il Bassano che il Cordenons avevano già un ottimo organico la scorsa stagione; quest’anno poi con i rinforzi si sono candidate alla promozione. Ma il campionato è lungo e sappiamo benissimo che da qui a maggio ci sono molte variabili che possono influire.>> Settore giovanile. Contenti della risposta al vostro movimento? <<Una grossa parte degli sforzi (economici ed umani) sono andati negli ultimi due anni ed in particolare in questa stagione, al settore giovanile il quale sta dando lusinghieri risultati. Questo grazie all’ottimo operato dei responsabili del settore: Massimo Murer, Gigio Favaro e Mauro Trevisiol che curano il settore “mini basket” e per le categorie under, Giorgio Ortenzi, Angelo Burato e Pierangelo Cardin. Risulta essere senz’altro collaudato il “progetto scuola” portato avanti in tutte le scuole del comune in accordo con la direzione didattica sui metodi di introduzione delle attività motorie e sposato quest’anno anche dalla Fondazione della “Cassa di risparmio di Venezia” che con bando pubblico ha inteso credere a quanto proposto dalla nostra associazione. Progetti di collaborazione sono nati anche con la realtà basket del vicino “Torre di Mosto” al quale va il mio personale ringraziamento per aver condiviso alcune proposte utilizzando sinergicamente le rispettive forze. E’ personale convinzione che lavorando bene in questo settore gioiremo in futuro di soddisfazioni che ripagheranno con gli interessi gli sforzi che oggi stiamo compiendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *