Heraclia Eraclea – Texa Roncade 71-65

Heraclia Eraclea: Facco 8, Dalla Venezia 0, Fingolo 12, Basso 7, Toffoletto 19, Casonato 10, Vettori 9, Darsiè 6, Boso 0, Cerchier ne.
All. Murer.

Texa Roncade: Visentin 5, Conte 0, Colladon 25, Tiveron 3, Sales 13, Arnaboldi 13, Cadorin ne, Ortolan 4, Davanzo 2, Martinelli ne.
All. Seno.

Arbitri: Satta di Porto Torres e Pirastru di Sassari.

Note: parziali 19-17, 16-7, 21-16, 15-25.

la cronaca veneziana:

Dopo essere rimasto a secco con Bor Trieste e Montebelluna, l’Heraclia Eraclea sorprende tutti e batte con pieno merito il quotato Roncade, terzo in classifica. Con questi due punti il quintetto di Murer sale al settimo posto e si prepara ad affrontare il match esterno della prossima settimana contro il fanalino di coda Limena. Non rispecchiano forse il reale andamento della partita le 6 lunghezze di distacco fra le due formazioni alla sirena; l’Heraclia, fatta eccezione per un primo parziale sostanzialmente equilibrato, ha tenuto in pugno l’incontro con autorità, concedendo qualcosa alla Texa solo nel finale quando ormai il risultato era in cassaforte. Buona la prova del collettivo litoraneo, con Toffoletto top scorer e Vettori ottimo regista della manovra.
t.v.

e quella trevigiana:

Se lo scorso campionato la Texa veniva considerata la bestia nera dell’Eraclea, in questa stagione i ruoli paiono essersi invertiti. Dopo aver obbligato Roncade alla sconfitta casalinga nell’esordio di campionato, i litoranei ripetono lo sgambetto e, un po’ a sorpresa, strappano i due punti ai trevigiani. La squadra di coach Seno arrivava all’appuntamento forte di una striscia di 7 vittorie consecutive che li aveva portati al terzo posto a soli due punti dal duo di testa Corno di Rosazzo- Vicenza. In casa Eraclea, invece, i 2 ko con Trieste e Montebelluna avevano sorpreso negativamente tutti e non sembravano essere il miglior biglietto da visita per presentarsi al cospetto dei lanciatissimi trevigiani. Alla fine, invece, ecco festeggiare la squadra di casa che si regala punti fondamentali, anche per il morale, nella corsa verso i playoff. Roncade dal canto suo rimane comunque nella parte alta della graduatoria e prepara il riscatto nello scontro diretto del prossimo turno, sul proprio parquet, contro la Virtus Udine. Primo semitempo molto equilibrato, nel quale alla conclusione l’Heraclia riesce ad avere la testa avanti di due lunghezze. Pare il preambolo di una gara giocata punto a punto, ed invece ecco lo show difensivo dei padroni di casa, i quali nei secondi 10′ obbligano Roncade ad andare a referto con il contagocce. Visentin (2/3, 0/5) ed Arnaboldi (1/3, 2/6) non sono in serata magica e l’Eraclea prende il largo. Undici lunghezze il distacco all’intervallo lungo, che raddoppia addirittura nel quarto successivo quando i litoranei trovano il canestro del 52-30 che vale il +22. Nell’ultimo parziale Roncade tenta il miracolo sportivo e lentamente lima il divario, ma Vettori e compagni non si fanno sfuggire di mano l’incontro.
Tommaso Vianello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *