Heraclia Eraclea – Texa Roncade 66 – 57

HERACLIA ERACLEA: Dalle Monache 4, Vuanello 13, Vio 15, Dalla Venezia 6, Moro 7, Zatta 13, Cigarini 4, Fingolo 4, Svalduz 0, Franzo ne.
All. Murer.

TEXA RONCADE: Dal Molin 7, Gentile ne, Colladon 13, Cadorin 14, Lazzari 6, Venturi 9, Sbeghen 0, Rizzetto 4, Marchesin ne, Lago 4. All. Lodde.

ARBITRI: Grilli e Caroli di Milano.

NOTE: parziali 18-25, 39-35, 53-39.

la cronaca veneziana:

Continua il buon momento dell’Heraclia Eraclea, che riesce a far sua la partita contro Roncade, portando così a 3 le vittorie consecutive. Una striscia positiva maturata nel momento forse più importante della stagione, e contro un avversario tutt’altro che facile. I ragazzi di Murer centrano tra l’altro l’obiettivo di vincere con più di 8 punti di scarto, potendo così avere il vantaggio della differenza canestri favorevole in caso di un arrivo a paripunti con Roncade. Eraclea parte sin dall’inizio molto forte, avendo tutta l’intenzione di non lasciarsi scappare l’occasione di compiere un passo importante verso i playoff. Gli ospiti riescono comunque a restare in partita fino all’intervallo lungo, dopo il quale Eraclea prende il largo. In particolare risulta decisiva la difesa dei veneziani, che argina al meglio il pericoloso duo Cadorin-Colladon. Vuanello e soci sono ora attesi da un doppio turno esterno: nel prossimo turno saranno di scena a Conegliano contro l’Hesperia, per poi andare sette giorni dopo a Istrana.

(t.v.)

e quella trevigiana:

Secondo stop consecutivo per il Roncade, che sembra attraversare un periodo di forma per niente buono. La squadra trevigiana si è dovuta arrendere ad un generoso Eraclea, che è parso entrare in campo con più fame di punti. Una sconfitta che non compromette certo il campionato di Roncade, ancora saldamente in zona playoff, ma sicuramente allontana, forse in maniera definitiva, la testa della classifica. In più con questi 2 punti lo stesso Eraclea si avvicina pericolosamente e, in caso di un arrivo a parimerito a fine campionato, avrà il vantaggio della differenza canestri favorevole negli scontri diretti, avendo vinto di 9 contro le 8 lunghezze di distacco rifilate all’andata da Roncade. La squadra di Jacopo Lodde parte bene e sembra voler reagire al meglio alla sconfitta casalinga nel derby contro Conegliano; Eraclea non sta certo a guardare ma nei primi 10′ è la squadra ospite ad impressionare maggiormente. I veneziani però sanno di giocarsi una carta fondamentale nella loro rincorsa ai playoff, e non hanno nessuna intenzione di lasciarsi scappare l’occasione. Nel secondo quarto, difatti, i padroni di casa cambiano ritmo, trascinati da uno Zatta in versione super, e arrivano sopra di 4 all’intervallo lungo. All’inizio del terzo parziale lo stesso Zatta subisce un colpo all’occhio ed è costretto ad abbandonare la gara: la partita sembra in discesa per Roncade, ma non è così, poiché Eraclea ha molte risorse e le tira fuori tutte. La squadra di casa comincia a difendere forte, arginando al meglio il duo Cadorin-Colladon; con i suoi 2 uomini migliori tenuti perfettamente, Roncade accusa il colpo e vede così scappare Eraclea, che arriva al +14 alla fine del parziale. Negli ultimi 10′ il quintetto di Lodde prova generosamente a rientrare in gara, ma i biancoverdi di Murer non mollano un attimo e Roncade può così solo limare le distanze. Nel prossimo turno Cadorin e soci affronteranno tra le mura amiche San Daniele del Friuli, in una gara da vincere a tutti i costi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *