Heraclia Eraclea – Pool Venezia 71-69

Heraclia Eraclea: Facco, Dalla Venezia 11, Basso, Toffoletto 5, Casonato 18, Vettori 19, Darsiè 14, Boso 4, Cerchier ne, Barzan ne. All.: Murer.

Pool Venezia: Battistin 2, Bet 22, Franceschet 1, Stefani 20, Vio 9, Zavagno 2, Cimarosti 13, Fontanella ne, Tagliapietra, Seno ne. All.: Giangaspero

Arbitri: Franco di Padova e Scarso di Codevigo.

Note: parziali 20-11, 39-24, 58-46. Tiri liberi Heraclia 13/21, Pool Venezia 11/21. Tiri da 3 Heraclia 14/29, Pool Venezia 6/20.

Heraclia, vittoria a fil di sierna, Pool Venezia impresa solo sfiorata.L’Heraclia porta a casa il primo dei tre derby consecutivi di questo finale di stagione visto che sabato prossimo dovrà ricevere il Ladurner Marghera mentre il 12 aprile dovrà fare visita al Caorle al termine di un finale caldissimo nel quale dilapida il vantaggio accumulato per poi imporsi dalla lunetta con Vettori che subisce un fallo contestato dal team ospite a 2” dalla fine. La gara si presenta dai due volti, fino al 3′ del quarto tempo infatti l’Heraclia domina arrivando anche sul +18 dimostrando una superiorità diffusa dove spicca in particolare la prova del giovane Michele Boso, ottimo in difesa e soprattutto al rimbalzo. L’Heraclia è più precisa e costruisce un margine solido che cominciava a prendere forma già dal primo quarto chiuso con il team locale avanti di 9. Con lo scorrere della gara i ragazzi di Murer continuano a tenere in pugno la partita dando una prova di solidità che non lasciava presagire un finale concitato nel quale il risultato ritornava in bilico. A 6′ dalla fine infatti, con il risultato che indica 61-50, l’Heraclia si spegne ed il Pool sale in cattedra dando la possibilità a Bet, Stefani e all’ex di turno Vio di riportare il Pool Venezia in partita. La gara improvvisamente si riapre ed il Pool concretizza il pareggio proprio a 2” dalla fine grazie un tiro da tre di Bet che siglava il 69 pari e sembrava condurre ai tempi supplementari. A quel punto nelle concitate battute finali l’Heraclia subisce fallo con Vettori fra le proteste del team ospite.Vettori dalla lunetta però non fa sconti ed infila i due liberi che chiudono la gara sul 71-69, un successo che permette ai suoi di mantenere il quarto posto con Udine e Padova con due punti da recuperare sul Roncade e 4 sul Vicenza Basket Giovane. Il Pool Venezia resta invece inchiodato al 13. posto insieme al Codroipo frenando così la sua rincorsa verso il nono posto, sinonimo di salvezza senza passare per i playout.

P.L.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *