Heraclia Eraclea – Ladurner Marghera 75-61

Heraclia Eraclea: Facco, Dalla Venezia 7, Fingolo n.e., Basso 21, Toffoletto 14, Casonato 14, Vettori 8, Darsiè 7, Boso 2, Cerchier 2. All.: Murer.

Ladurner Marghera: Liberalato, Pascon 5, Pravato 3, Vit, Bordignon 26, Cia 3, Sartor 4, Pizziuti 3, Olmesini 15, Battistella 2. All. Volpato.

Arbitri: Parla di Bellinzago Novarese e Morabito di Biella.

Note: parziali 14-21, 30-33, 50-43. Tiri liberi: Eraclea 13/17, Marghera 14/21. Fallo tecnico alla panchina dell’Heraclia. Nessun uscito per 5 falli.

Super-Basso stende i Giants trascinando l’Heraclia alla diciassettesima vittoria stagionale. Finisce 75-61 il derby tra Eraclea e Marghera, una gara tanto sentita quanto combattuta e che, per come si è svolta nei primi due quarti, non lasciava affatto presagire un divario di 14 punti sull’ultima sirena. A partire meglio sono gli ospiti che mettono in difficoltà i locali con la loro fisicità, sia in difesa con Olmesini sugli scudi (ma l’ex Reyer ha sparacchiato dal campo con 5/12 da due e 1/8 da tre) sia in attacco: prova ne sono i viaggi in lunetta procuratisi dal sempre ottimo Bordignon che ha segnato 8 liberi oltre al suo 7/14 dal campo con quattro triple. Al 10′ il Ladurner conduce sul 21-14 mentre Dalla Venezia è già in panchina con due falli a carico; nel secondo quarto Toffoletto (5/5 da due e 4 rimbalzi per lui) impatta a quota 26 ma al riposo ancora i ragazzi di coach Volpato conducono per 33-30. La svolta per il quintetto di coach Murer la provoca il play Francesco Basso (classe ’90 di 180 cm), bravo a mettere in crisi con le sue accelerazioni la macchinosa difesa dei mestrini: il regista biancoverde consegna a referto 21 punti con 5/6 da due, 2/2 da tre, 5/7 ai liberi, 2 assist e persino una stoppata data. Una gara da ricordare soprattutto perché nel terzo e nel quarto periodo l’Heraclia prende il largo, fino a toccare al 36′ il massimo vantaggio sul +18 (63-45). I Giants pagano pure la serata poco ispirata di Sartor sotto le plance, mentre Battistella è rimasto sul parquet per soli 11′. Per i padroni di casa bene anche il già citato Toffoletto oltre a Casonato che hanno prodotto 14 punti a testa, il secondo nonostante una caviglia in disordine. Il Ladurner giunto suo malgrado alla sedicesima battuta d’arresto per recuperare ha provato ad affidarsi di più al tiro pesante ma su 25 tentativi ne ha infilati appena 7, contro il più equilibrato 6/19 di un Eraclea che continua a inseguire il terzo posto.

Marco De Lazzari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *