Heraclia Eraclea – Intermek Cordenons 68-64

Heraclia Eraclea: Facco 2, Dalla Venezia 18, Fingolo 13, Basso 3, Toffoletto 2, Casonato 14, Vettori 14, Boso n.e., Barzan 2, Rizza.
All. Murer

Intermek Cordenons:
Cipolla 7, Piazza 1, Serrao 13, Grion 16, Marella 5, Ferraro 5, Bonato, Molent 3, Spangaro 8, Corradini 6.
All. Drvaric

Arbitri:
Matrella di Balangero e Brondetta di Caselle Torinese.

Note:
pq 16-14, sq 31-33, tq 50-46. Tiri liberi: Heraclia 17 su 21, Intermek 13 su 25. Tiri da 3 punti: Heraclia 7 su 16, Intermek 7 su 14.

la cronaca veneziana:

(T. V.) L’Heraclia Eraclea batte con merito Cordenons, aggiungendo due punti alla propria graduatoria che permettono di insediarsi al quinto posto. Un successo che vale doppio per i biancoverdi di Murer, dato che è stato ottenuto contro una diretta concorrente per i playoff; proprio in virtù di questo, la vittoria potrebbe rivelarsi fondamentale a fine campionato qualora vi fosse un arrivo a parimerito. Non è stato certo facile per Eraclea conquistare la posta in palio; Cordenons ha tenuto perfettamente testa ai padroni di casa, che a 10" dalla sirena (sul 67-64) hanno sudato freddo quando Serrao dal perimetro ha cercato la bomba del pareggio. Palla sul ferro con Facco che nei secondi successivi subisce fallo e dalla lunetta fa 1/2 per il 68-64 con cui va in archivio la partita. Nel prossimo turno accattivante derby contro il Pool.

e quella friulana:

(Mario Pagano) Quello contro i veneti era alla vigilia un test molto delicato per il quintetto cordenonese, micidiale tra le mura amiche e assai fragile lontano da casa. Ancor di più se si considera il grande equilibrio che regna alle spalle della coppia Corno – Vicenza, che sembra avere qualcosa in più rispetto a tutte le altre. Il tabù dei match in trasferta resta intatto, poiché i padroni di casa si confermano imbattibili e spietati sul proprio parquet, superando di misura l’Intermek al termine di una gara giocata punto a punto, incerta praticamente sino alla sirena finale. A Drvaric resta comunque la consolazione di aver visto nuovamente in campo Spangaro, che molto potrà dare a questa squadra, alla ricerca di risultati fuori casa. Bravi Grion e Serrao. La sfida, per la cronaca, vive su una continua altalena. L’Intermek chiude avanti a metà del confronto. Poi però l’Haraclia trova nell’ultimo quarto i canestri decisivi per fare proprio il match, grazie alle bombe di Fingolo e Casonato. In calendario il prossimo appuntamento che attende i cordenonesi è in programma per domenica, quando sul parquet del Forum (18) arriverà il fanalino di coda Marghera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *