H. Eraclea – Opel San Daniele 70-61

HERACLIA ERACLEA: Zatta 8, Vuanello 0, Scarpa 6, Zorzetto 2, Vio 20, Agnoletto 0, Moro 2, Costantini 3, Cigarini 9, Fingolo 20.
All. Franceschetto.

SAN DANIELE: Bonin 13, Pellarini 21, Prez 3, Guerra ne, Chivilò 12, Collutta ne, Sanbarino 0, Cabai 9, Crisafulli 3, Milan 0.
All. Zanon.

ARBITRI: Poletti di Cassina Rizzardi e Novati di Cantù.

NOTE: parziali 19-8, 35-26, 49-47. Tiri liberi 12/23 per Eraclea, 18/23 per San Daniele.

La cronaca veneziana

Terza vittoria consecutiva per l'Heraclia Eraclea, che riesce finalmente ad ottenere i due punti anche davanti al proprio pubblico. Una gara condotta con autorità dai ragazzi di Franceschetto, che hanno dimostrato massima concentrazione fin dalle prime battute. I veneziani cominciano forte e grazie soprattutto ad una grande difesa concludono il primo parziale avanti di 11 lunghezze, concedendo agli ospiti solo 8 punti. Durante il secondo quarto i biancoverdi raggiungono anche il massimo vantaggio (+15, sul 29-14), e arrivano all'intervallo con un buon margine sugli ospiti (35-26). Al rientro in campo, però, il San Daniele si avvicina, approfittando delle basse percentuali al tiro dei biancoverdi di Franceschetto (che doveva tra l'altro fare i conti con Vuanello influenzato e con un leggero infortunio alla mano di Moro). L'Eraclea comunque non si disunisce e nonostante il pareggio (53-53) raggiunto dagli ospiti nell'ultimo parziale, riescono, grazie a un ottimo Fingolo, a portare a casa i due punti senza troppi patemi. Soddisfazione per coach Franceschetto che ottiene i suoi primi punti casalinghi da quando è alla guida dei biancoverdi. Nel prossimo turno ostica trasferta per l'Eraclea che andrà a far visita al Cordenons.

Tommaso Vianello

e quella friulana

Nulla da fare per la Opel che torna a mani vuote dalla trasferta in terra veneta e perde a questo punto le speranze di potersi in qualche modo agganciare al treno dei play-off. Ancora una volta la squadra "collinare" ha dovuto giocare in emergenza. Silvano Manzon non è riuscito infatti a debellare in tempo utile il virus influenzale che lo ha colpito in settimana e non è neppure partito alla volta di Eraclea. A ciò si aggiungono le precarie condizioni fisiche di Crisafulli, sempre alle prese con i malanni alla schiena, e la brutta serata in cui sono incappati Sambarino e Milan. Il risultato di tutto ciò i soli 3 punti (tutti dalla lunetta) che la Opel ha avuto dalla batteria dei suoi tre lunghi che hanno collezionato un 0/8 dal campo che la dice lunga sulla assoluta sterilità offensiva sotto le plance del team sandanielese. Pessimo l'avvio di gara della Opel che subisce subito l'aggressività dei padroni di casa a caccia di punti salvezza. Solo Pellarini, alla fine il migliore dei suoi, è in palla ma fa quel che può. Al 13' la Opel arriva sino al -19 ma trova in qualche modo la forza di reagire. Ci pensano Bonin e Chivilò a mettere qualche tripla e portare la Opel al riposo con un dignitoso -9. Cambia la gara nella ripresa con i sandanielesi che in qualche modo raddrizzano la mira e riescono ad impattare al 32' (53-53). Si gioca punto a punto sino al 37' (58-58), ma alla fine decidono i canestri di Fingolo.

Gi.Bol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *