Graphistudio Spilimbergo – Heraclia Eraclea 74-71

Graphistudio Spilimbergo: Vuanello 7 , Pivetta 9, Cominotto 16, Menon 0, Bagnarol 3, De Simon 24, Facchin ne, Zamattio 8, Gaspardo 7, Pecile ne.
All. De Stefano.

Heraclia Eraclea: Facco 10, Dalla Venezia 12, Fingolo 9, Basso 8, Toffoletto 17, Casonato 13, Vettori 0, Rizza 0, Boso 0, Barzan 2.
All. Murer.

Arbitri: Zuccarello di Varese e Zobbi di Milano.

NOTE: pq 14-26, sq 26-42, tq 50-52. Tiri liberi: Graphistudio 31 su 40, Heraclia 13 su 17. Tiri da 3 punti: Graphistudio 5 su 16, Heraclia 4 su 22. Fallo antisportivo a Bagnarol, tecnico alla panchina dell’Eraclea e a Cominotto.

la cronaca veneziana:

(t.v.) Non bastano all’Eraclea le 16 lunghezze di vantaggio maturate a metà gara per tornare da Spilimbergo con la vittoria. Dopo l’intervallo i biancoverdi si adagiano (10 punti messi a referto nel terzo periodo), lasciando via libera alla rimonta dei locali. Un peccato per i litoranei che in caso di successo avrebbero potuto agganciare, seppur in coabitazione, la vetta della classifica. I friulani tornano alla vittoria dopo 3 turni, nonostante nei primi due parziali abbiano patito gli attacchi di Dalla Venezia e compagni. La rimonta per Spilimbergo comincia arginando le bocche da fuoco ospiti; sono poi Cominotto e De Simon a siglare i punti decisivi per la rimonta, che si concretizza nel finale grazie alla bomba di Gaspardo (71-70) e ai liberi dello stesso Cominotto.

e quella friulana:

(Stefano Tonelli) La Graphistudio in C1 conquista 2 punti fondamentali con il quotato Eraclea che fanno tanto morale e muovono la classifica mosaicista, a secco da 3 turni. Ritrovato il miglior Cominotto, un eccellente De Simon si riproponetop scorer e insieme a Gaspardo guida la cavalcata nel momento topico. Partono male i padroni di casa, che non tengono mai l’uno contro uno nei confronti degli ospiti, soffrendo Toffoletto (11 punti nel frangente) e Dalla Venezia (10). Dopo il 6-2, nella prima metà di gara c’è solo Eraclea : 6-10, 14-28, fino al massimo svantaggio in sirena. Al rientro dagli spogliatoi la svolta: coach De Stefano ordina la zona e gli ospiti vannoin tilt. Vuanello, l’ex di lusso, segna tutti i suoi 7 punti nel megaparziale di 24-4 che ribalta la sfida (50-46), assieme a Cominotto (5 su 6 da 2 e 6 su 6 nei liberi), tornato ai livelli che gli competono, e a Pivetta (2 su 6 da 2, uno su uno da 3, 2 su 4 ai liberi). Casonato, con 5 punti, riporta avanti l’Heraclia sul finale di terzo periodo. Nell’ultimo quarto è De Simonshow: la guardia spilimberghese (3 su 4 da 3 e 15 su 16 ai liberi) risponde colpo su colpo agli avversari, costretti alle maniere forti per fermarlo. Suo il 56-52 e il 63-61, insomma tutti i punti della prima metà del quarto. Il carattere fa poi sbloccare l’89 Gaspardo, autore di una tripla fondamentale sul 66-63, dopo 4 errori di fila. Dal 69-65 il fallo tecnico di Cominotto regala il 69-70 agli ospiti, con Casonato che firma il 2 su 2 in lunetta. Toffoletto segna canestro e libero aggiuntivo. È di nuovo Gaspardo in mezzo all’area a portare avanti la Graphistudio nel finale mozzafiato (71-70). Fingolo e Vuanello ai liberi fanno uno su 2 (72-71). Una palla persa clamorosa di Basso regala a De Simon, dopo il fallo, i liberi per il 74-71 a 3” dalla fine. Dalla Venezia tira per il pareggio, ma non tocca neppure il ferro. Per la Graphistudio è di nuovo paradiso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *