Gasparini Istrana – Heraclia Eraclea 80-72

GASPARINI ISTRANA: Lena 13, D’Incà 16, Modenese 5, Simoni 2, Fuser 4, Darsiè 11, Corradini 14, Zambon 4, Magro 10, Miatello 1.
All. Andreazza.

HERACLIA ERACLEA: Dalle Monache 22, Vuanello 11, Zatta 10, Franzo ne, Vio 17, Dalla Venezia 2, Moro 2, Cigarini 5, Fingolo 3, Svalduz 0.
All. Murer.

ARBITRI: Franceschini di Verona e Mazzi di Sommacampagna.

NOTE: parziali 31-17, 48-37, 58-57.

la cronaca veneziana

L’Heraclia Eraclea torna dalla trasferta di Istrana con una sconfitta che rende ora più difficile il cammino verso i playoff; i biancoverdi confermano comunque il loro settimo posto ma devono adesso guardarsi dal ritorno di molte compagini. Contro Istrana la squadra di Murer parte male,e difatti sono i padroni di casa ad andare via in scioltezza, centrando con troppa facilità il canestro; Eraclea non riesce ad arginare sotto canestro lo strapotere di Istrana che arriva così all’intervallo lungo avanti di 11 lunghezze. La gara sembra oramai chiusa, ma Zatta e compagni tornano dagli spogliatoio con un diverso piglio, che li porta a rimontare punto su punto e a chiudere il parziale sul +1. Nell’ultimo quarto ci si aspetta che i veneziani continuino sulla stessa strada ma invece lasciano, come nei primi 20′, il pallino del gioco a Istrana che riprende in mano le redini della gara e porta a casa i 2 punti.
t.v.

e quella trevigiana

Il Gasparini interrompe la striscia negativa di quattro sconfitte consecutive cogliendo un importante successo tra le mura amiche, ottenuto ai danni dell’Eraclea grazie ad una prova tutta cuore e sostanza del suo collettivo. Ottima la gara del play tascabile Lena (1987), che parte a sorpresa in quintetto e guida con l’esperienza di un veterano i compagni al primo allungo della gara (17-8), frutto di accelerate improvvise alternate ad una buona scelta di tiri. Vio e Dalle Monache provano a scuotere gli ospiti, ma sono ancora i trevigiani, con Corradini e Darsiè infallibili dalla media, a trovare il massimo vantaggio al termine del primo quarto (31-17). Nella seconda frazione la partita diventa una vera e propria battaglia, con le due compagini che lottano su ogni pallone e gli arbitri che lasciano correre più di un contatto dubbio, tanto da suscitare proteste che vengono sanzionate da falli tecnici (quattro alla fine) da entrambe le parti. Istrana è brava a non perdere la testa, e ad andare al riposo sopra 48-37. Nella ripresa sono però i veneziani che, stringendo in difesa ed affidandosi alla precisione offensiva di Vuanello (10 punti in un amen), rosicchiano un punto alla volta fino a trovare il loro primo vantaggio della gara ad un minuto dalla fine del quarto (54-56). Lo sforzo fatto per rientrare in partita viene pagato a caro prezzo dagli uomini di coach Murer, che negli ultimi dieci minuti calano vistosamente lasciando via libera ai padroni di casa. Dalle Monache, migliore in campo dei suoi, è l’unico a trovare il canestro, ma D’incà infila la retina per tre volte allo scadere dei 24 secondi (73-66), tre triple che piegano le gambe a Vio e compagni. Gli ospiti provano nel finale ad alzare la difesa e a commettere dei falli sistematici per mandare in lunetta gli avversari, ma il 7 su 8 ai personali consegna una meritata vittoria ai ragazzi di coach Andreazza.
d.s.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *