Euro & Promos Udine – Heraclia Eraclea 83-76

Euro & Promos Udine: Fazzi 22, Campanotto 16, Musiello 13, Cruz 5, Drigani 19, Silvestri 8; non entrati Idelfonso, Dreas, Moznich e Padovani.
All. Andriola

Heraclia Eraclea: Facco 6, Dalla Venezia 11, Fingolo 4, Basso 2, Toffoletto 19, Casonato 17, Vettori 9, Darsiè 8; non entrati Rizza e Boso.
All. Murer

Arbitri: Bisetto e Galvagno di Torino.

Note: parziali 25-20, 41-48, 54-62. Tiri liberi: Euro & Promos 21/23, Heraclia 6/12. Tiri da 3: Euro & Promos 12/27, Heraclia 10/24. Fallo tecnico a Toffoletto al 36′. Usciti per 5 falli: Toffoletto.

L’Euro & Promos non spreca il suo match-point e conquista con pieno merito l’ingresso in semifinale ove ora proverà a mettere paura alla favorita Calligaris. Match quello degli udinesi per certi versi simile a quello dell’andata con Fazzi e compagni costretti a lungo a rincorrere gli avversari per poi chiudere al meglio l’arrembante volata finale. Inizio di incontro caratterizzato dal ciapanò dei locali che non la mettono mai. Fa meglio Eraclea che al 3′ conduce per 6-0. La Virtus si desta e cinque punti consecutivi di Cruz la portano per la prima volta in vantaggio al 6′ (11-10). Entra Campanotto ed il golden boy locale nonostante la vistosa fasciatura alla mano destra realizza subito due triple che spingono la Euro & Promos al +7 al 9′ (22-15). Eraclea però non ci sta, serra le sue maglie difensive e complice anche una difesa friulana un po’ distratta incomincia a "bombardare" dall’arco con Toffoletto e Casonato protagonisti. Sotto di sette all’intervallo, ad inizia ripresa la squadra di casa non dà più segni di risveglio. Fazzi è marcatissimo, si sprecano gli errrori anche da sotto misura di Cruz e compagni; Eraclea invece imperversa spingendosi sino al 48-60 del 28′. I "virtussini" paiono un po’ sulle ginocchia ma Andriola insiste nel giocare con "sei uomini sei" anche per la poca profondità della panchina. La scelta gli dà ragione perchè più scorre la lancetta dei minuti e più entrano in forma i "senatori" udinesi. Così Fazzi ad un certo punto decide che è giunta l’ora: due triple da marcatissimo nel giro di 20" e la Virtus ritorna in scia. La terza frazione si chiude ancora sul +8 per gli ospiti, ma gli udinesi hannoi gli "occhi di tigre". Nell’ultimo quarto infatti il team di Andriola alza la pressione difensiva Roberto Fazzi gioca alla Roberto Fazzi, Drigani lotta alla grande sotto i tabelloni (12 rimbalzi), Campanotto è chirurgico Musiello è onnipresente. A 2’52" il riaggancio (72-72) con due liberi di quest’ultimo che poi insacca anche la tripla del sorpasso. Eraclea ne combina di tutti i colori, l’Euro & Promos è molto più lucida con Silvestri e Fazzi glaciali dalla lunetta.
(Giovanni Boldarino)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *