È final four per la mitica Under 17!!

La nostra formazione under 17, dopo una seconda fase iniziata in modo non positivo, guidata dall’esperienza del loro coach Luigino Favaro e grazie al cuore e alla grinta messi in campo dai ragazzi, stacca il pass per le final four che quest’anno si svolgeranno nel parquet amico di Eraclea.

La corazzata del Gigio, dopo essere approdata alla seconda fase con ben 10 punti sui 12 a disposizione, inizia la seconda fase non con il piglio giusto. Subito una sconfitta di misura in quel di Scorzè, poi un’altra battuta d’arresto in casa, perdendo di sei lunghezze contro il BIG in un match in quasi sempre condotto e terminato dopo un overtime. Si va dunque a Venezia per provare a riscattare le sconfitte in casa dei Carmini, ma questa è forse la peggior partita dell’anno. Partiamo bene, poi l’espulsione del coach per proteste e del capitano, reo di essersi fatto suggerire i cambi dalla tribuna, gettano la squadra nel panico e consegnano la vittoria ai veneziani.
Tutta un’altra musica nel ritorno della seconda fase. Subito una vittoria netta sullo Scorzè, partita nella quale i ragazzi, senza il loro coach, relegato in tribuna, partono con la giusta determinazione per riscattare la brutta domenica veneziana e mettono in saccoccia due punti preziosi. Poi la comoda vittoria sul Riviera, e quindi andiamo a vincere di cinque lunghezze in casa del BIG, in un match in cui i ragazzi non hanno gestito un vantaggio che poteva essere maggiore. La qualificazione matematica alle finali arriva però solo con la vittoria coi Carmini tra le mura amiche.

L’Eraclea c’è e la voglia di vincere è tanta; partiamo bene con due penetrazioni di Segatto, un paio di conclusioni da sotto di un ispirato “Francia” Franceschetto , una di Boso e Stefani, ma i Carmini rispondono colpo su colpo. Le maglie della difesa veneziana si stringono e costringono all’errore anche gente dall’alta percentuale al tiro in stagione come Boso e Burato; due perni indiscussi della nostra under, il primo con la sua fisicità a sotto i tabelloni (10 rimbalzi), il secondo con la sua grande visione di gioco e la sua precisione chirurgica nei momenti decisivi. Dopo 10 minuti è 13 – 9.
Nel secondo periodo capitan Simonetto, il metronomo di questa under, prende per mano i suoi e, con le sue penetrazioni che mettono in difficoltà Carmini, realizza 9 punti e lotta a rimbalzo come un vero lungo (9 rimbalzi). Il resto lo fanno un ritrovato Beppe Franceschetto, mai stato così decisivo, con due canestri importanti e il solito “Francia”. All’intervallo è 29-19.
Il terzo periodo si apre con il ritorno dei Carmini che recuperano fino a -2 con una difesa press, poi time-out casalingo e l’Eraclea cambia musica. Due triple in successione “nothing but net” di Simonetto e Burato, che, da gladiatore, rimane in campo con un ginocchio dolorante, ricacciano in là i veneziani. Il gioco di Eraclea si fa più fluido, Burato e Simonetto dirigono gli altri finalizzano e a fine quarto è +8. Nell’ultimo quarto Carmini accusa il colpo, Eraclea prende il largo e controlla. Alla fine, con un pauso agli avversari per la bella partita e il fair-play è 67 a 50. Vuol dire finale!

Manzini 5 (2/8, 0/1), Boggian, Zanutto, Stefani 2 (1/3,0/1), Simonetto 17 (4/9,1/2),
Burato 9 (2/8,1/2), Segatto 6 (3/7), Rottigni, Franceschetto R. 10 (5/10,0/1),
Boso 5 (2/8, 0/1), Franceschetto G. 11 (5/8), Guiotto 2 (1/1), All. Favaro, Vice. Rottigni.

Un in bocca al lupo ai ragazzi e al coach per le finali perché possano con la grinta e la determinazione ripetere l’impresa dello scorso anno ovvero riportare il Titolo Provinciale a Eraclea anche se sarà, come sempre una battaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *