Aquilotti – Piccoli cestisti crescono ….

Anche per le nostre squadre Minibasket è arrivato il momento delle prime prove sul campo; nello specifico per la squadra Aquilotti A che ha iniziato il suo campionato con una bella vittoria giovedì 27 gennaio al Palalargon.

La squadra conta una ventina di ragazzi, la maggior parte dei quali gioca insieme dalla seconda elementare, da quando timidi e un po’ impauriti hanno incominciato a fare i primi palleggi sul parquet di Eraclea. A questi si sono aggiunti nuovi innesti da quest’anno, a testimonianza del positivo “Progetto scuola” operato dalla società.

La squadra è allenata dalla sapiente mano dell’ esperto Mauro Trevisiol con l’aiuto del neo-allenatore Fiorindo Morris, arbitro ed ex-giocatore delle giovanili dell’Eraclea. La squadra risulta composta da giocatori anche con buone capacità tecniche individuali, ma soprattutto, ciò che conta è che i ragazzi sono molto affiatati, anche con i nuovi arrivati, che si stanno impegnando e si sono integrati subito con gran spirito di squadra.
Molti di questo gruppo, a testimonianza del buon livello, militano anche nel campionato Esordienti, costituendo un valore aggiunto alla compagine del ’98.
Il gruppo lavora bene, con grande impegno e tanta voglia di imparare, sopportando anche le strigliate dei coach, senza mai fermarsi davanti alle difficoltà.
I ragazzi sono consapevoli che le soddisfazioni bisogna sudarle ed il bello di questo gruppo è proprio la voglia di non mollare mai, oltre al grande spirito di squadra.
Durante le partite è bellissimo vedere che ognuno dà sul campo tutto quello che ha e, soprattutto, è bello vedere come non manchi mai l’incoraggiamento ai compagni con un “cinque” o una “pacca sulla spalla”, anche dopo un errore.
Tutto ciò testimonia come il gruppo sia composto prima di tutto da amici, la cui amicizia è tenuta insieme da quel cemento che è la pallacanestro.

Credo che questa squadra possa in futuro dire la sua nei campionati giovanili e mi auguro che qualcuno di questi giovani atleti possa un giorno entrare nella pallacanestro che conta. In fondo, sognare non costa nulla e a volte i sogni diventano realtà …

AQUILOTTI A: ANDREETTA Francesco, BAGOLIN Giacomo, BORTOLUZZO Alberto, BURATO Davide, COLLA Riccardo, FIORINDO Thomas, FRANCESCHI Nicolaj, GAETANI Luca, GRANDI Marco, MARANGON Matteo, MASCHIETTO Matteo, MONTAGNER Filippo, MONTAGNER Stefano, RUI Giulio, SFORZIN Marco, TARDIO Alessandro, GABRIELLI Alessia, PUMO Noemi, ROSSI Sofia, TREVISIOL Mauro (Allenatore), FIORINDO Morris (A.Allenatore).

Anche per la squadra Aquilotti B è arrivato il momento della prima di campionato. Per loro si è trattato della prima partita in assoluto e per di più lontano dalle mura amiche, terminata con una sconfitta di misura, nonostante una grande prova dei bianco- verdi. I ragazzi del 2000 sono stati un po’ frenati da quella che è la comprensibile emozione per la prima partita della vita.

La prima partita è sempre la più difficoltosa anche per le big, figuriamoci per chi si tratta della prima in assoluto. L’emozione è forte e, con la paura di sbagliare, gioca brutti scherzi, ma ritengo che le prime partite assieme con le grandi vittorie che giungeranno nelle giovanili non si dimenticano mai.

La squadra è composta da una ventina di bambini del 2000 con alcuni innesti del 2001, guidati dal neo-allenatore Fiorindo. Questi ragazzi non hanno iniziato da molto a giocare a basket, per alcuni è il primo anno ed hanno ancora tanto da imparare. Sono convinto però che questa squadra possa fare bene, perchè impegno e carattere non mancano. Certo è difficile a volte per i ragazzi superare le difficoltà di una partita o di un esercizio, ma il pregio di questo gruppo è quello di non mollare mai; in fondo solo così si può andare avanti, credendo nelle proprie possibilità.

Noi cerchiamo di fare innamorare questi ragazzi del basket, uno sport che se ti piace non lo lasci più. Il basket ti permette di fare nuove esperienze e nuove amicizie come sta accadendo a questi ragazzi che sono un gruppo coeso di grandi amici, che si incoraggiano a vicenda, gioiscono e a volte si rammaricano, ma sempre insieme, uniti, oserei dire, “tutti per uno e uno per tutti”. Credetemi, le amicizie nate negli spogliatoi o sul campo durano e sono importantissime. Credo che anche chi non diventerà forse un grande giocatore potrà trovare un giorno nella pallacanestro grandissime soddisfazioni. Quanto detto in precedenza per i sogni vale anche per questi giovani, di cui sarebbe bello sentir pronunciare il nome in qualche palasport di serie A.

AQUILOTTI B: BABBO Pietro, BELLUZZO Nicholas, BITTOLO Simone, BIONDO Tommaso, BOEM Samuele, FRANCESCHETTO Umberto, FRANZO Andrea, GRAVA Valerio, LUCCHETTA Marco, MARINELLO Leonardo, MONTAGNER Michael, NAVA Marco, PADOVAN Brian, RIZZA Alessandro, TESO Alessio, TESO Cristiano, ZANON Gabriele, ZANUTTO Lorenzo
FIORINDO Morris (Allenatore) 

Vorrei concludere con una riflessione che riguarda ambedue le formazioni, io non credo che “l’importante sia partecipare”, ritengo che le sconfitte, come le vittorie, servano a far crescere un giocatore, prima come tale, e poi per la vita. Valuto poi che, soprattutto per questi ragazzi, le vittorie siano lampi di felicità che vanno cercate a tutti i costi. Se poi non arrivano, bisogna essere comunque consapevoli di aver dato tutto. Ragazzi solo credendo in voi stessi vedrete realizzarsi ciò che vorrete …. dunque … FORZA RAGAZZI, amate il basket, divertitevi, siate amici nelle vittorie, come nelle sconfitte e aiutatevi nelle difficoltà, solo così i vostri sogni diventeranno realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *